immagine contenuti
Sostieni i Nostri Progetti
Abbiamo realizzato
Il Viaggio in Africa

Notizie

Buone notizie a Natale 2018   del 17 Dicembre 2018

Ciao a tutti,
ci vogliono ogni tanto buone notizie e questo 2018 che sta finendo ci ha riservato diverse gioie.
Abbiamo trovato tanti nuovi amici che ci aiutano, la Kellydeli Foundation, di Jerome e Kelly, la Kellydeli Italia che ci ha praticamente adottati, la Exelab di Emanuele Caronia.
I nostri vecchi amici come sempre hanno fatto cose eccezionali, Fabrizio Iacoangeli e la sua IAMAUTO, Ilenya Moro con l’allegra combriccola di Civitavecchia, Francesco Pacaccio e la sua Dominiando.
Abbiamo organizzato raccolte fondi a Milano, Civitavecchia e Roma per finanziare il generatore elettrico per il Mulino a Fada N Gourma (costo totale €16.928,00).


Milano ha raccolto €406,00
Civitavecchia ha raccolto €3161,00
Roma ha raccolto €7537,00.
Per una raccolta complessiva di €11.104,00

Grazie ai fondi già disponibili del 2017, a gennaio 2019 potremo finalmente acquistare il generatore!!

Siete stati tutti FENOMENALI!!! Una menzione speciale per Fabrizio Iacoangeli e la sua IAMAUTO, ci hanno dedicato tempo e risorse incredibili.

Buon Natale e Felice anno nuovo

Andrea Magrini

Progetto Generatore 2018/2019    del 14 Ottobre 2018

Il Generatore elettrico per il Mulino di Fada 2019

il progetto da realizzare e finanziare per il 2019 è l'acquisto del generatore elettrico per il Mulino di Fada N'Gourma.

Saranno necessari 16.928,00 € per completare l'acquisto del generatore che permetterà l'avvio di una nuova impresa commerciale a sostegno dell'orfanotrofio di Fada.

Il mulino per i mangimi sarà molto importante e con un grande impatto su tutta l'area.

Aiutateci a realizzarlo!!!

Finanziato il primo progetto 2018/2019   del 14 Ottobre 2018

I Negozi per i bambini di Léo - Progetto Finanziato al 21 settembre 2018

Grazie alla Kellydeli Foundation che ha finanziato integralmente il progetto realizzeremo altri due negozi a Léo 

Bilancio 2017   del 14 Ottobre 2018

Lo trovate nella sezione documenti della pagina Abbiamo Realizzato

L'aperitivo solidale del 1 Dicembre    del 03 Dicembre 2017

Ieri sera è stato semplicemente fantastico. Grazie a tutta la Si Può Fare per l'impegno e la buona volontà. Presto un resoconto anche economico della serata.
Grazie soprattutto a Jan Azad per la sushi class e il buonissimo sushi! Tutti al Carrefour a Prati Fiscali per mangiarlo !

Aperitivo 1 Dicembre 2017   del 07 Novembre 2017

Il 1 Dicembre 2017 dalle 18.30 vi aspettiamo in Via Nomentana 643 presso il Salotto a Montesacro per il nostro aperitivo solidale.

 

Il Bilancio 2016 è nella sezione Abbiamo realizzato   del 08 Ottobre 2017

Il Bilancio 2016 è nella sezione Abbiamo realizzato

 

2017 Grandi novità bellissime   del 04 Settembre 2017

2017 Grandi novità bellissime

Grazie alla donazione della Kellydeli Foundation https://www.kellydelifoundation.com e il 5xmille ricevuto per l'anno 2014/15 abbiamo finanziato la costruzione dei due negozi per i Bambini di Léo. Costo progetto 5950,00 € 

Abbiamo anche avuto una donazione per finanziare integralmente il progetto per il completamento dell'allevamento avicolo di Fada N'Gourma, realizzeremo la camera per i pulcini e adeguamento del pollaio. Costo progetto 4.250,00 €

Trovate il bonifico effettuati sotto fra i documenti nella pagina Abbiamo Realizzato.

Vi terremo aggiornati sui lavori


I Negozi a Lèo   del 15 Maggio 2017

I Negozi per i bambini di Léo

Il progetto del 2017-2018 prevede la costruzione di due nuovi negozi a Léo, nel sud del paese, dove abbiamo già costruito il centro di accoglienza per i bambini denutriti e dove è presente una missione delle suore di Santa Maria Goretti.

Il Centro che lotta la malnutrizione infantile ha bisogno di acquistare, senza dover dipendere dalle donazioni, il latte e gli altri alimenti pediatrici, il nostro scopo come sempre è di dare un aiuto concreto permettendo alle suore di avere un incasso stabile che permetta questo.

Il preventivo è allegato e ci serviranno 3 924 064 CFA circa 5950,00 €, speriamo di riuscire a completare questo progetto.

Shops for the Children of Léo


The 2017-2018 project envisages the construction of two new stores in Léo, in the south of the country, where we have already built a reception center for malnourished children and where there is a mission of the Sisters of Santa Maria Goretti.
The Center against Child Malnutrition needs to buy, without having to rely on donations, milk and other pediatric foods, our goal as always is to give concrete help by allowing nuns to have a stable recess that will allow this.


We need 3 924 064 CFA about 5950.00 €, we hope to be able to complete this project.

Notizie dalla Pouponniere Joscheba    del 04 Aprile 2017

Dal 1 gennaio 2017 abbiamo avuto 32 casi di bambini in difficoltà, tra cui 26 sotto i 6 mesi e 03 bambini sono stati internati alla pouponniere,

02 sono stati internati con le famiglie e 27  sono stati aiutati direttamente con la famiglia. 

Attualmente 33 bambini sono internati : 17 maschi e 16 femmine-.  In esterno abbiamo aiutato 270 bambini e le loro famiglie.

04 bambini sono stati adottati: 03 in caso di adozione nazionale, 01 per l'adozione.

Abbiamo perso 01 bambino  che aveva  un tumore al cervello .

Una tata ha terminato la scuola con un diploma di ausiliario del Primo infanzia. È stata la prima nella sua classe.

Preghiamo che il Signore ci aiuti, perché alcuni fine mese sono difficili.

Ringraziamo tutti coloro che ci aiutano in un modo o nell'altro.

Che il Signore vi benedica.

 

Depuis le 1er janvier 2017  nous avons eu 32 cas d’enfants en détresse dont 26 de moins de 6 mois et 03 enfants ont été internés à la pouponnière, 02 ont été internés avec la famille  27 ont été aidés directement en famille.

 Actuellement sont internés 33 enfants : 17 garçons et 16 filles-.   

 En externat nous avons 270 enfants aidés dans leurs familles.  

04 enfants ont été adoptés : 03  en adoption nationale,  01 en  adoption     .  Nous avons perdu 01 enfant trouvé dont on avait dépisté une tumeur cérébrale..

 Une nounou est sortie de l’école du  Prendre Soin avec un diplôme d’ Auxiliaire de la Prime Enfance.

Elle a été la première de sa promotion.

 

 Priez pour que le Seigneur nous aide car certaines  fins de mois sont difficiles.  

Nous remercions tous ceux qui nous aident d’une façon ou d’une autre. Que le Seigneur vous bénisse .                         

Viaggio 2017   del 20 Marzo 2017

 

Dal 25 febbraio al 5 marzo abbiamo visitato le missioni e le opere che abbiamo realizzato e aiutato a crescere dal 2008.
—Ouagadougou: orto, mensa dei bambini poveri, l’orfanotrofio Pouponnière Joscheba
—Léo – il centro di accoglienza per i bambini denutriti “Lidia Picchi”

 

Fada N’Gourma – l’allevamento avicolo 

Nella sezione Il Viaggio in Africa trovate la presentazione con le foto 

Viaggio in Burkina Faso di Febbraio 2017   del 20 Gennaio 2017

Cari amici stiamo organizzando il viaggio con i nostri volontari. Porteremo materiale didattico (penne, matite e quaderni) per i bambini della mensa di Ouagadougou e chiediamo DONAZIONI per acquistare medicianli pediatrici per gli orfanotrofi di Ouagadougou, Lèo e Fada N'Gourma. Contattateci se volete aiutarci.

Calendario 2017   del 01 Dicembre 2016

Aiuta la realizzazione dei nostri progetti!!! Contattaci per avere il nostro bellissimo calendario 2017! Sarà un bellissimo regalo di Natale. Clicca su Associati anche tu per avere le informazioni

Progetto 2016 2017   del 28 Novembre 2016

Il progetto del 2016-2017 consiste nella prevede la costruzione di due negozi vicino alla missione di

Ouagadougou; con i ricavi derivanti dall’affitto finanzieremo la Mensa dei bambini poveri

Il progetto come sempre è corredato di preventivo fornitoci dalle nostre referenti in loco, le suore di Santa Maria

Goretti a Ouagadougou, i lavori saranno eseguiti con la loro supervisione e nel viaggio 2017 speriamo di

testimoniare almeno la posa della prima pietra.

La spesa prevista è di circa 5670,00 , la zona dove saranno costruiti i negozi è commercialmente valida, vicino

al Municipio, alle scuole e un mercato importante, le possibilità di affitto sono buone e permettono un ottimo

ritorno dell’investimento. I ricavi serviranno al finanziamento della mensa dei bambini poveri presso l’adiacente

missione di Tampouy.

Notizie dalla Pouponnière Joscheba    del 11 Ottobre 2015

Riceviamo e pubblichiamo dalla Direttrice Mertine Zongo le ultime notizie dalla Pouponniére Joscheba di Ouagadougou.

Depuis le 1er janvier 2015, nous avons eu 100 cas d’enfants en détresse dont 80 de moins de 6 mois et 13 enfants ont été internés à la pouponnière, 17 internés avec la famille et 707 ont été aidés directement en famille.

 Actuellement sont internés 30 enfants.

08 enfants ont été adoptés   en adoption nationale ou  internationale, 2 repris par leur mère   et 5 sont retournés en famille.  

Dans le cadre de la PMI, 82 nouveaux enfants dont des quadruplés,5 séries de triplés et 8 de mères séropositives ont      reçu une aide en lait et 65 femmes ont bénéficié de lait écrémé pour elle-même afin d’augmenter la lactation.  

La saison des pluies n’est pas finie avec de violentes ondées et on peut espérer de bonnes récoltes.

Le coup d’état du 16 septembre nous a secoués et par prudence on ne sortait pas de la mission.

On peut féliciter le personnel qui est venu travailler malgré la situation difficile, certaines ne pouvaient franchir les barricades. Mais Dieu a pourvu aux besoins des enfants, car trois missionnaires biélorusses arrivées la veille pour 6 mois ont tout de suite été mises dans le bain et nous ont bien aidées.

Nous avons vu hier un orphelin dont la mère est décédée des suites d’;une balle perdue.

Marceline la directrice adjointe a eu un bébé le 1er juin et reprend du service le 07 octobre, on peut dire que je l’attends avec impatience pour me seconder dans le travail.

Merci de votre aide fidèle. Que le Seigneur vous bénisse.

Martine Zongo.

Cosa succede in Burkina Faso - settembre 2015   del 19 Settembre 2015

Formiche.net pubblica un articolo a firma del presidente di Si Può Fare Onlus sulla difficile situazione politica in Burkina Faso, per leggere l'articolo cliccare qui 

Festa Si Può Fare    del 14 Settembre 2015

Festa SI PUO’ FARE,

come previsto ci vediamo Sabato 19 Settembre dalle 16.30 alle 19.00 al Parco di Villa Ada.
Ci ritroviamo vicino al laghetto dove sono i giochi per i bambini, altalena e scivoli, facile dall’ingresso di via ponte salario.
Una merenda piena di Nutella e Marmellata, succhi di frutta e giochi per i più piccoli, ci sarà anche la mitica Luigina con il gruppo scout del nostro distretto !
Saremo li con due tavoli, il nostro banner e il nostro striscione, e tanta voglia di farci conoscere e di presentarvi i nuovi progetti della nostra associazione per il 2015 e il 2016, il viaggio in Africa e tanto altro.
Non mancate e fate girare l’invito che è anche su facebook, amici e parenti sono i benvenuti.
Un salutone

Assemblea del 22 maggio 2015   del 29 Maggio 2015

Ciao a tutti,

nell'assemblea dei soci del 22 maggio scorso abbiamo affrontato diversi punti, nell'ordine del giorno, che vi sintetizzo come segue :
- approvati i bilanci dell'associazione che dopo il cambio del commercialista erano rimasti in sospeso, presto li pubblicheremo sul sito. Con questo atto diamo anche il benvenuto al nostro nuovo commercialista Stefano Sampietro.
- Per il 5 x mille 2013 vi allego l'elenco che si trova sul sito dell'agenzia delle entrate, solo la pag 481, in cui ci vengono assegnati 2772,51 €, grazie a tutti voi.  
- Il 2014 è stato un anno difficile per l'associazione, che ha visto durante gli anni di crisi una lenta discesa nella partecipazione.
Siamo, comunque, riusciti a completare il nostro progetto più importante "Il Mulino di Fada" di cui spero a Giugno avremo le foto.
Nello spirito che ha sempre mosso i nostri passi, che ci ha dato anche il nome, abbiamo deciso di andare avanti con i nostri progetti.
Crediamo di aver fatto bene in questi anni, basta dare un occhiata al nostro sito per scorgere un lungo elenco di opere realizzate nonostante la nostra giovane età, nati nel 2011,  e che sia importante continuare grazie all'entusiasmo e la passione che tutti voi hanno sempre dimostrato.
Andiamo avanti, Si può Fare, aiutare gli ultimi per ridurre la sofferenza soprattutto ai bambini soli e abbandonati.
Il prossimo progetto sarà deciso tutti insieme.
- Organizzeremo una festa a settembre, una merenda/aperitivo nel parco, Sabato 19 settembre a cui siete tutti invitati . 
  Mettetela in agenda e più avanti daremo i dettagli.
- C'è bisogno della vostra quota annuale, che non cambia, 50,00 € da inviare sul c/c Credito Valtellinese intestato a Associazione  Si può fare onlus iban   IT71V0521603218000000000938
Un caro saluto a tutti

Andrea Magrini

Notizie dalla Pouponniere Joscheba 2015   del 10 Aprile 2015

Le ultime notizie dalla Pouponniere Joscheba di Ouagadougou (Burkina Faso) pervenute dalla direttrice Martine Zongo.

 

Depuis le 1er janvier 2015, nous avons eu 29 cas d’enfants en détresse dont 23 de moins de 6 mois et 09 enfants ont été internés à la pouponnière, 05 internés avec la famille et 15 ont été aidés directement en famille.

Actuellement sont internés 35 enfants. 02 enfants ont été adoptés   en adoption nationale   internationale et 3 sont retournés en famille. Nous avons perdu 01 enfant interné et 01 enfant externe.

Dans le cadre de la PMI, 29 nouveaux enfants ont reçu une aide en lait et 29 femmes ont bénéficié de lait écrémé pour elle-même afin d’augmenter la lactation. Ce qui nous fait 59 enfants et 65 femmes   aidées avec le lait.

La chaleur a commencé et les longues coupures de courant n’arrangent rien. On ne peut faire de grandes réserves d nourriture dans les frigos de peur que tout soit avarié. L’idéal serait d’avoir des plaques solaires pour les frigos….

Priez pour les enfants car les procédures d’adoption sont longues. Priez pour le personnel: une a perdu son mari brutalement et une autre a eu un accident de moto en venant travailler, heureusement pas de grosses blessures mais la moto bien abîmée. La circulation a Ouagadougou est de pire en pire aggravée par les coupures de courant (pas de feux tricolores). On ne peut sortir en ville sans voir un accident. Chacun a vraiment besoin de la protection divine

Merci de votre aide fidèle. Que le Seigneur vous bénisse.

Martine Zongo.

 

Ecco il bonifico    del 16 Luglio 2014

Ecco il bonifico per il Mulino di Fada

Progetto Mulino    del 13 Luglio 2014

Ciao a tutti, 

dopo la splendida serata con Suor Sabine vi aggiorno un po'.
La suora, tra le altre, ci ha raccontato come grazie all'allevamento di Galline da noi finanziato il piccolo orfanotrofio di Fada N'Gourma sia riuscito a sopravvivere e sfamare i suoi bambini.
L'unica pecca del nostro allevamento è l'acquisto e il trasporto del mangime, che deve arrivare dalla capitale Ouaga.
Per completare l'allevamento e renderlo completamente autonomo abbiamo accettato di sostenere il progetto per un Mulino, trovate il preventivo allegato.
In questo ultimo anno e mezzo abbiamo raccolto fondi che oggi ci permettono di finanziare la costruzione edile, mentre per l'acquisto della Mola ci mancano ancora dei fondi.
Nei prossimi mesi cercheremo di raccogliere ciò che manca oggi.
Per la costruzione edile servono 4.239.568 franchi africani, circa 6458,45 euro che nei prossimi giorni bonificheremo e che abbiamo raccolto grazie all'impegno di tutti voi.
Lasciatemi però ringraziare in particolare Andrea Barbaro, i genitori e i donatori per il battesimo di Alessandro, quelli che hanno donato in memoria di Adriano Pugnalin e Antonella e Pietro.
Grazie ancora perchè senza di voi non si potrebbe realizzare nulla.

Raccolta donazioni 22.12.2013 Parrocchia S.Alberto Magno Roma, via delle Vigne Nuove   del 16 Dicembre 2013

Domenica 22.12.2013 dalle 8 alle 13 in preparazione del Natale organiziamo una raccolta di donazioni presso la Parrocchia S.Alberto Magno a Roma, via delle Vigne Nuove 653.

Vi aspettiamo per avere in dono i prodotti africani (es. karitè, tovaglia ricamata) e per aiutare i bambini del Burkinas Faso.

Un APERITIVO CON IL CUORE   del 05 Ottobre 2013

Ciao a tutti,

il 26.10.13 abbiamo organizzato UN APERITIVO CON IL CUORE per raccogliere fondiper la costruzione di un Mulino per i Bambini dell'orfanotrofio di Fada N'Gourma-Burkina Faso.
L'evento si è svolto presso il Nero Caffè in Via Paola 31, di fronte Castel Sant'Angelo e ha visto l'adesione di oltre 50 persone.
E' stato un successo e ringraziamo tutti quelli che vi hanno preso parte e che hanno portato amici e parenti.
Andrea Magrini

 

La Tettoia di Léo    del 09 Agosto 2013

Finalmente sono completati i lavori per la tettoia di Léo.
Abbiamo realizzato i lavori grazie alla partecipazione dell'Associazioni Giovani per il Lazio, ricorderete tutti l'aperitivo di beneficenza realizzato insieme.
Purtroppo i tempi sono stati lunghi per la realizzazione, ci sono state delle difficoltà.
Come promesso, abbiamo raccolto, inviato e seguito ed infine ecco i risultati.
Grazie a tutti 
Andrea

Notizie della Pouponniere Joscheba 1° semestre 2013, Luglio   del 15 Luglio 2013

Depuis le 1er janvier, nous avons eu 70 cas d’enfants en détresse dont 09 ont été internés à la pouponnière, 13 internés avec la famille et 48 ont été aidés directement en famille.

Actuellement sont internés 31 enfants. 10 enfants ont été adoptés : 1 en adoption nationale et 9 en adoption internationale.  

Dans le cadre de la PMI, 38 enfants ont été amenés par leur mère ou famille    dont  3 mères séropositives, 40 ont bénéficié de lait écrémé pour elle-même afin d’augmenter la lactation

Nous avons vu en tout 754 enfants en consultation avant de les aider en lait.

Contrairement à ce qu’on attendant les pluies viennent de venir et il faut espérer qu’elles soient régulières et durent jusqu’en novembre. 

Merci de votre aide fidèle. Que le Seigneur vous bénisse.

Martine Zongo

 

Making WASH work in Burkina Faso's cities   del 17 Maggio 2013
Making WASH work in Burkina Faso's cities

OUAGADOUGOU, 17 May 2013 (IRIN) - Earlier this year Denis Ouedraogo, a tailor living in the Tampouy neighbourhood just north of Burkina Faso's capital Ouagadougou, connected his mud-walled home to the water network for the first time. "Even without electricity, having enough water can make you happy," he said.

He is among 1.9 million people to have connected to the government water grid since 2001, thanks to major changes in how the National Office for Water and Sanitation (ONEA) delivers water to urban Burkinabés.

In 2001 just 73,000 Burkinabés could access clean water, according to research [ http://www.developmentprogress.org/sites/developmentprogress.org/files/burkina_water_progress.pdf ] by Peter Newborne at the Overseas Development Institute, which is trying to track and communicate examples of progress on development. [ http://www.developmentprogress.org/ ]

In 2002 just half of Burkina Faso residents had access to clean water. In 2008 (the latest statistics available) this had risen to 76 percent - 95 percent in urban areas. The plan was to reach the Millennium Development Goal (MDG) to double the number of those with access to clean water, in this case to 87 percent, by 2015. Those tracking water, sanitation and hygiene (WASH) progress in Burkina Faso, say the goal will be surpassed. [http://www.unicef.org/sowc2012/pdfs/SOWC-2012-TABLE-3-HEALTH.pdf ]

How?

A number of factors made this possible: ONEA was nationalized and restructured in 1994 following a period in which it had become unprofitable and poorly functioning. The new national company ran along commercial lines, instilling a culture of performance and efficiency, said Newborne.

The second priority was to find a bulk water supply, in this case by building the Ziga dam 45km from the capital.

A mixture of government grant funds (from France and other European donors) and concessionary loans at low interest rates (predominantly from the World Bank), provided the required finances. This helped them bring costs down: for instance, connecting to the grid now costs a household US$61, down from on average $400 in the 1990s, according to ONEA's chief operating officer, Moumouni Sawadogo.

Next came the work: building a network of pipes throughout Ouagadougou, including in the city's unzoned [unplanned]  suburbs, which house one third of the capital's residents and had hitherto been overlooked in terms of household water supply.

"Even in non-zoned areas, people can pay their water bills,'' said Halidou Kouanda, head of NGO Wateraid in Burkina Faso, citing a 2011 ONEA study noting that financial recovery rates in unzoned neighbourhoods were 95 percent.

Now, with a steady income and an 18 percent leakage rate, ONEA is one of the best-performing water utility companies in sub-Saharan Africa, according to the World Bank.

Targeting the poor

While targeting unzoned areas upped the percentage of urban dwellers who could access clean water (thus helping to meet the MDG), it did not ensure that water was affordable.

Now ONEA needs to try to target the poor, as it pledged to do in an initial equity strategy agreed with the Ministry of Water and Sanitation.

As part of its strategy, ONEA built 17,290 wells and standpipes for some areas without household-level connections. Water from a standpipe costs 60 CFA (11 US cents) for a 220 litre barrel (transported on wheels). But the very poor cannot afford such barrels, turning instead to water vendors who sell the same amount for 200-500 CFA (40-98 cents) depending on the season.

Thus paradoxically, the poorest families pay up to eight times more than others for their water.

ODI is discussing different pro-poor targeting methods that might work, including: subsidizing part of the water supply for certain households; targeting poor areas; allocation by housing type; means-testing; community-based targeting; or self-targeting.

At the moment, all households are charged the same connection tariff. "Is this equitable? We think not," said Newborne. "You could means-test it; you could waive the connection charge for some; or charge the first X cubic metres at a different rate," he suggested, adding that lower-income households could pay bills weekly or on a pay-as-you-go basis, to keep track of costs. "Think of how mobile phone companies have fixed their pricing plans to be accessible," he said.

The concern is that households who experience running water for the first time may use more than they can afford, then falling behind  and drop off the grid, said WaterAid's Kouanda. This happened to 6.8 percent of Ouagadougou's ONEA customers in 2009.

Families must be made aware of this risk, said Kouanda. But many customers are so nervous of this happening, that they practice their own careful monitoring.

Ami Sidibé, who lives in Somgandé neighbourhood, which was connected to the water mains three months ago, said she continues to fill jerry cans - using tap water - to monitor her household's use. "I'll do anything to avoid returning to the situation before," she told IRIN.

Reduced disease risk?

No studies have yet been published linking the spread of the water network with the incidence of disease, but some Somgandé residents who were recently connected to the grid said their children were falling sick less frequently. Water-borne illnesses are among the top five reasons for children' health visits, according to the Health Ministry.

Future challenges will include how to extend such networks to rural areas, which are currently under-serviced in terms of clean water: 72 percent of rural Burkinabés access clean water, versus 95 percent of city residents.

The local authorities are responsible for rural water supply under Burkina Faso's decentralized governance system.

According to a just-published report Progress on Sanitation and Drinking Water 2013 Update [ http://www.unicef.org/media/media_69091.html ] by UNICEF and the World Health Organization, striking disparities remain between rural and urban water access, with rural communities making up 83 percent of the global population without access to an improved water source.
Oggi al Nero Caffè   del 24 Novembre 2012

Presentiamo le foto dei progetti realizzati e facciamo una piccola festa per i bambini !!!

Vi aspetto tutti

Andrea

Intervista ad Andrea Magrini, presidente di “Si può Fare onlus”    del 29 Settembre 2012

Andrea, come e quando nasce la Onlus “Si può fare”?

Quali sono le ragioni che hanno spinto te e tutti i tuoi associati a creare questa realtà e quali sono i vostri obiettivi?

La nostra associazione nasce nel 2008 dall’impegno di un gruppo di amici uni: nello scopo di aiutare il prossimo e dalla voglia di fare la differenza. Siamo un’associazione laica e le nostre opere sono rivolte alla cooperazione e allo sviluppo nei paesi del terzo mondo, in par:colare in Africa, per poter migliorare le condizioni di vita dei più bisognosi e dei più indifesi: i bambini. Pensiamo che la cooperazione e lo sviluppo consistano nell’aiutare il prossimo dando conoscenze e mezzi, perché domani non ci sia più bisogno di noi. Vogliamo realizzare e sostenere opere di pubblica utilità non solo con le donazioni, ma finanziando e allestendo attività commerciali e produttive in loco i cui utili vengano destinati ai più deboli. Vogliamo aiutare a chi è in difficoltà, dando la speranza ma sopraLuLo la dignità del lavoro, donando conoscenze e materiali. Ci piace essere trasparenti e mostriamo rapidamente e chiaramente ai soci, ai volontari e a chi dona alla nostra associazione come usiamo le loro risorse. Non abbiamo spese di struLura, emolumenti: per le cariche sociali. Raccogliamo 100 e mandiamo 100 in Africa.

2) Qual è il bilancio di questo primo periodo di attività, cosa avete realizzato e quali sono i progetti di cui siete più orgogliosi?

E’ un bilancio pienamente positivo; a partire dal 2008 sosteniamo i rifornimenti di medicinali pediatrici della medicheria della Pouponniere Joscheba, un orfanotrofio di Ouagadougou che ospita circa 40 bambini dai pochi mesi ai 4 anni. Presso questa struttura vengono curati altre centinaia di bambini che abitano nelle vicinanze. Nel 2010 abbiamo costruito il centro di accoglienza per i bambini denutri: “Lidia Picchi” a Léo e abbiamo ampliato l’orto che fornisce verdura e fruLa alla mensa per bambini poveri di Tampouy(Ouagdougou). Nel 2011 abbiamo realizzato l'allevamento avicolo a sostegno dell'orfanotrofio di Fada N’Gourma.

3) Cosa fa nel concreto e con che modalità opera la Onlus “Si può fare”?

La nostra Onlus poggia sulla buona volontà dei soci; vogliamo aiutare dando lavoro, capacità produttiva, conoscenza e speranza. I nostri progetti non rappresentano aiuti a pioggia, ma investimen: per il futuro, anche se di piccola dimensione. I nostri fondi sono investiti al 100%, non abbiamo spese di struttura perché ciascun socio mette il suo lavoro per il funzionamento, le raccolte, i viaggi in Africa. La donna è il motore dell’Africa e molti progetti la vedono coinvolta. La Poupponiere Joscheba aiuta e accoglie i bambini che versano in condizioni di grande disagio, dando sollievo così alle loro povere famiglie. La mensa per bambini poveri di Tampouy è gestita dalle suore cattoliche, accoglie e sfama tutti i giorni circa 300 bambini poveri di qualsiasi confessione, purchè dimostrino che frequentano la scuola. Senza istruzione non c’è speranza. Léo è un’area estremamente povera di infrastruLure e la sanità è un miraggio. Il nostro centro aiuta le madri di bambini gravemente denutriti e insegna loro come migliorare la dieta e le abitudini igienico sanitarie. Possiamo dire di aver aiutato a sopravvivere oltre 500 bambini. A FadaN’Gourma abbiamo realizzato un allevamento avicolo, con 500 bellissime galline, per creare un business che li aiuti a migliorare la dieta dei bambini, povera di proteine.

4) Perché avete scelto di operare proprio in Burkina Faso?

La scelta del paese è dettata dal fatto che abbiamo dei buoni e stabili contatti diretti, le suore di Ouagadougou vengono spesso in Italia e abbiamo riscontro di tutti i nostri fondi. Il Burkina Faso, paese degli uomini onesti, è, inoltre, un paese affascinante per la gente che lo popola, ma è anche il quint’ultimo paese più povero del mondo. Il loro eroe nazionale Thomas Sankara è stato un Che Guevara d’Africa. Non esistono infrastrutture, la povertà è tangibile ma la dignità è grandissima. I burkinabè non vogliono l’elemosina e noi non gliela diamo.

5) Cosa ti aspetti e cosa ti auspichi dall’evento del 29 Secembre, in collaborazione con l’associazione Giovani per il Lazio, e altre associazioni come Giovani per Roma e l’Ass.neSalvamamme – Salvabebè?

I nostri progetti hanno bisogno di essere realizzati; sono convinto che queste associazioni ci possano aiutare a completarli e a migliorarli. Vogliamo continuare a sostenere la Poupponiere Joscheba, l’orfanotrofio di Fada N’Gourma e il centro per bambini denutriti. Vogliamo poi avviare altri progetti, come la caffetteria BarKa, che il lingua morè significa Grazie, per dare speranza e lavoro. Sono certo che con il vostro aiuto ce la faremo.

 

Luca Priolo

Intervista al presidente della ONLUS "si Può fare" in ccasione dell'APERITIVO DI BENEFICENZA organizzato dall'associazione "Giovani per il Lazio"   del 29 Settembre 2012

Intervista al presidente della ONLUS "si Può fare" in ccasione dell'APERITIVO DI BENEFICENZA organizzato dall'associazione "Giovani per il Lazio"

 

http://www.giovaniperillazio.it/Giornale%20Giovani/GIORNALE%20GIOVANI%20NUMERO%209%20-%20VENERDI%2028%20SETTEMBRE%202012.pdf

APERITIVO DI BENEFICENZA   del 25 Settembre 2012

L'associazione GIOVANI PER IL LAZIO organizza un aperitivo di BENEFICENZA per illustrare le iniziative della nostra ONLUS  e per organizzare una piccola raccolta fondi.

Durante questo evento, che si terrà il giorno 29/ settembre / 2012 alle ore 18.00 presso il Vivaio LAND.IT in Via di Sant'Agnese 7, (fermata ANNIBALIANO metro B1) a ROMA, saranno presenti molti dei nostri associati che saranno lieti di illustrare il nostro cammino e i nostri progetti.

 

Vi aspettiamo Numerosi!!!!

Notizie del 17 Agosto   del 17 Agosto 2012

Sul corriere on line

 

http://www.corriere.it/salute/12_agosto_17/msf-crisi-sahel-malnutrizione-bambini_cf4b3b00-e85b-11e1-a0d6-4062e922f4c6.shtml

Foto della Festa    del 22 Maggio 2012

alla sezione Abbiamo Realizzato trovate le foto della festa

Il Bilancio 2011 subito pubblico   del 08 Maggio 2012

Trovate nella sezione "Abbiamo realizzato" e "Sostieni i nostri progetti" i file relativi al bilancio della nostra associazione.

Tutto la trasparenza che possiamo dare.

Sono arrivate le foto del nostro allevamento avicolo!!!!!!   del 07 Maggio 2012

Nella sezione Abbiamo realizzato e il Viaggio ci sono le tre prime foto del nostro Pollaio !!!!!

   del 15 Aprile 2012

Domenica  22 Aprile,  la 1° FESTA SI PUO' FARE .
Una scampagnata e una domenica tutti insieme.
Porchetta e vino, panini e coca cola per i minori, ma soprattutto tanta allegria.
Se sarà una bella giornata ci vedremo a Roma al Parco dell'aguzzano, entrata su piazzale Hegel, per la porchetta e il pane ci penso io alle bevande ci pensate voi.
Per chi non mangia porchetta organizzeremo un piatto di insalata di riso o di pasta.
Se piove ? Rimandiamo tutto al 20 Maggio.

5 x mille   del 22 Marzo 2012

Cari sostenitori,

per quanti di voi hanno contribuito nel 2011 (con bonifici o donazioni contanti) alla Si può fare Onlus vi ricordo che le erogazioni liberali a Onlus e associazioni di promozione sociale si possono o detrarre al 19% oppure dedurre (rigo E27 codice 3, oppure RP28 codice 3 del Unico).
Valutate quale sia l'ipotesi per voi più conveniente. Possiamo rilasciare ricevuta per chi non l'ha già avuta.
Vi ricordo inoltre che potete destinare alla Si può fare onlus il vostro 5per mille e quello dei vostri amici e parenti. Il Codice fiscale da indicare è: 97669890580. 
Un caro saluto e grazie del vostro sostegno

Domenica 1 Aprile   del 04 Marzo 2012

 

Per quest'anno abbiamo ancora da fare due piccoli interventi se riusciamo, uno all'orfanotrofio di Fada : istallare un piccolo impianto fotovoltaico per la pompa del pozzo.
Uno a Léo : un nuovo pergolato per ospitare le mamme e i bimbi denutriti.
Per raccogliere i fondi ci servirebbe la vostra disponibilità:
Potreste chiedere alla vostra chiesa la disponibilità ad ospitare un nostro piccolo banchetto per domenica 1 aprile, regaleremo per le donazioni Uova di cioccolata e cioccolatini.
Fatemi sapere !!

 

Notizie del 20 febbraio   del 20 Febbraio 2012

Il Viaggio in Africa è stato come sempre emozionante, utile, pieno parole , di fatti e di lavoro. 

Cercherò di raccontarvi in poche righe quello che abbiamo fatto, quello che stiamo ancora facendo e quello che faremo nel prossimo anno.

Eravamo un gruppo numeroso, 10 persone, quindi abbiamo sfruttato la possibilità di portare con noi un bagaglio in più e abbiamo portato circa 200 kg di materiale da distribuire.

Il materiale che abbiamo raccolto e comprato grazie alla vostra generosità, medicine pediatriche , cartoleria di ogni genere, vestiti per bambini bellissimi e in molti casi ancora con l’etichetta.

Per la raccolta, ma non solo per quello, vorrei fare un ringraziamento particolare ad Alessio Di Tullio e il personale della Califano Carrelli, inoltre vorrei ringraziare Camillo Giuliani della Mps Axa , Roberto Bambino e tutti Voi che avete lavorato a questa raccolta di materiale un ringraziamento e una certezza non una matita è andata sprecata!

Siamo arrivati a Ouagadougou e abbiamo preso posto alla nostra base, la missione delle suore a Tampouy, dove oltre l’ospitalità per i turisti ci sono diverse attività che sostengono le attività benefiche delle suore, una latteria-yogurteria, il dispensario- farmacia, il telecentre- copisteria- fax, un collegio per bambine.

Alla missione abbiamo visitato il nostro orto, un progetto finanziato e realizzato lo scorso anno, dove tutto procede benissimo.

Per l’orto quest’anno abbiamo stanziato sul posto circa 500 € e con Pierre e Pascal i due giardinieri siamo andati a comprare il materiale che mancava, vi allego la lista dei materiali che abbiamo comprato dalla quale manca una carriola che ci è costata circa 40 €.

L’orto serve la mensa dei bambini poveri dove circa 350 bambini tutti i giorni hanno il loro pasto caldo.

Non è semplice raccontarvi la mensa, bisogna viverla, tutti i bambini che vanno a scuola mangiano alla mensa e se mangiano alla mensa vanno a scuola. Questo non è un ossimoro ma una regola che salva tanti bambini e gli permette di studiare invece di andare a lavorare.

Per tutti i 350 bambini siamo riusciti a distribuire una matita, una penna, un pacco di pennarelli o di colori, un quaderno e nessuno è rimasto senza. La notizia è che ci siamo riusciti senza danni ne feriti, anzi, con tanti sorrisi.

Abbiamo visitato la Pouponniere Joscheba , l’orfanotrofio che si trova a Ouaga nel quartiere di Tanghin, per portare il nostro contributo di medicine.

Alla Pouponniere c’è una piccola, grande infermeria che serve da piccolo ospedale per i bambini, non solo quelli dell’orfanotrofio, ma anche gli esterni. Per questo gli portiamo il carico maggiore di medicinali, perché sappiamo che nessun bambino viene lasciato solo.

Al nostro arrivo fuori della porta ci sono tre bambini molto piccoli e malati, tra cui uno di soli 4 giorni che ha perso la mamma, morta di parto. Saranno accolti e curati.

Un piccolo ospite della Joscheba è affetto da encefalopatia grave e ci avevano chiesto un medicinale particolare che in Burkina non si trova, il Lioresal da 10 mg, sempre grazie alle vostre donazioni ne abbiamo portato una scorta per più di un anno.

Quest’anno abbiamo finanziato per 7800 € l’allevamento avicolo per il fabbisogno di una nuova missione che si trova a Fada NGourma a ovest del Burkina.

La missione è stata costruita da poco grazie ad un associazione di Siena e la struttura dell’orfanotrofio è quasi terminata, è tutto un grande cantiere, manca ancora l’energia elettrica ed il pozzo non è collegato ancora all’impianto idrico, anche la pompa è ovviamente elettrica e non hanno ancora un automobile.

Ci sono, oltre agli alloggi delle suore, due edifici per ospitare i bambini e il personale, il corpo centrale con il refettorio e altri due edifici sono in costruzione.

L’istituto ospiterà circa 50 bambini, ad oggi sono una decina.

Abbiamo conosciuto la responsabile Suor Honorine, giovane, forte e coraggiosa, nella sua formazione ha studiato anche la gestione degli allevamenti e ci ha mostrato una fattoria nei pressi dell’istituto.

Abbiamo contattato una ditta per i pannelli solari a Ouaga, vorremmo far funzionare la pompa del pozzo ad energia solare, per un preventivo e stiamo contattando aziende italiane per una collaborazione.

Il nostro allevamento sarà in piena funzione fra due mesi, abbiamo visto dove sorgerà e abbiamo studiato le tappe e i progetti della costruzione in due incontri con l’ingegner Hamade Ouedrago .

Suor Honorine e l’ingegnere ci invieranno le foto relative allo stato di avanzamento lavori e una relazione quando saranno terminati.

Siamo sicuri che faranno un ottimo lavoro, inoltre a Fada abbiamo portato vestiti e medicine per i bambini dell’orfanotrofio.

Stiamo studiando una collaborazione con l’associazione di Siena per ottimizzare gli impegni a Fada NGourma.

Siamo andati a visitare il Centro di accoglienza per i bambini denutriti “Lidia Picchi” a Léo, nel sud al confine con il Ghana, un progetto finanziato e realizzato lo scorso anno.

Il centro, guidato da Suor Felicité, funziona a pieno regime e in undici mesi è servito a circa 350 mamme e bambini. Quando siamo arrivati abbiamo trovato circa 15 bambini e le loro madri e ci ha fatto piacere vedere accolte mamme di ogni etnia e religione.

Il progetto nutritivo per ogni bambino è strutturato per una durata di 3 mesi, vengono forniti un integratore proteico e multivitaminico insieme a dei pasti regolari.

Abbiamo portato a Léo una donazione di 500€, medicine pediatriche, vestiti per bambini.

Accanto alla nostra struttura hanno realizzato un brutto ma funzionale pergolato per ospitare all’ombra le donne e i loro bambini mentre attendono di essere visitati, mentre un associazione francese ha realizzato la cucina e il bagno.

Le suore vorrebbero realizzare un vero e proprio Cren a Léo, un centro di recupero ed educazione nutrizionale, hanno costruito tutto come un puzzle, ma manca ancora un padiglione per poter ospitare le mamme e i bimbi per la notte senza costringerli ad andare e venire dalle loro case, Lèo è una zona rurale e magari sono a decine di km.

Bisogna inoltre portare l’acqua corrente e magari realizzare qualcosa come l’allevamento avicolo per sostenere finanziariamente il tutto.

Abbiamo avuto la fortuna di incontrare la presidente dell’associazione francese e abbiamo saputo che un’altra associazione italiana vorrebbe partecipare, cercheremo di coordinare le nostre azioni per completare a Léo un opera importante.

Questo sarà probabilmente il progetto per il 2012/13.

A Léo abbiamo visitato anche la scuola delle suore a cui abbiamo donato del materiale di cartoleria, è bello visitare le scuole perché sono la speranza per quei bambini.

Ci sarebbe veramente molto da raccontare ancora, le adozioni a distanza dei nostri viaggiatori, le mille mani strette e i mille incontri fatti.

Lo faremo di certo nei nostri prossimi incontri, al prossimo viaggio speriamo che sarai con noi e di portare ancora più entusias

Qui Africa   del 19 Febbraio 2012

Ciao a tutti,

non ci sono state molte possibilita' per aggiornare il sito in questa settimana. 

Siamo stati in giro per il paese, a Fada NGourma per vedere l'orfanotrofio e dove sorgerà il nostro allevamento avicolo, a Léo per vedere come funziona e lavora il centro di accoglienza per bambini denutriti "Lidia Picchi".

Tante emozioni, tante foto e soprattutto tanto risultati che presto metteremo sul sito. 

Barka a tutti

Andrea 

Quante medicine !!!   del 08 Febbraio 2012

Siamo in partenza per il Viaggio 2012.

Abbiamo preparato i bagagli con tutto il materiale raccolto, potete vedere la foto nella sezione "Sostieni i Nostri Progetti", grazie a tutti quelli che ci hanno mandato una caterba di medicinali, cartoleria e vestiti.

Aggiorneremo il sito dal Burkina in tempo reale se riusciamo, quindi aspettatevi foto e notizie.

Abbiamo ricevuto una richiesta specifica dalla Pouponniere Joscheba per un bambino affetto da encefalopatia.

Ha bisogno di un medicinale che purtroppo non si trova in Burkina, ci penseremo noi grazie a Mara Picchi e la farmacia comunale di Mentana che ringraziamo, porteremo con noi un quantitativo sufficiente per più di un anno. 

Barka !!

Bonifici   del 02 Febbraio 2012

Nella sezione Sostieni i Nostri Progetti abbiamo pubblicato i file pdf del preventivo e dei bonifici effettuati

per la loro realizzazione. 

Nouvelle    del 02 Febbraio 2012

Nella sezione Sostieni i Nostri Progetti trovate il notiziario della Pouponniere Joscheba. " Nouvelle "

Periodicamente ci viene inviato dall'orfanotrofio che sosteniamo per aggiornarci sulle attività dello stesso.

Se volete una piccola visione di una realtà lontana metteteci il naso.

Grazie a tutti   del 26 Gennaio 2012

Grazie all'impegno dei volontari " Si Può fare" abbiamo raccolto domenica 22 ben 760,00 euro !!!!!

Siamo in preparazione del Viaggio 2012 , abbiamo raccolto tanti indumenti per bambini e cartoleria, adesso stiamo raccogliendo medicinali pediatrici per la Pouponniere Joscheba.

Abbiamo inviato la prima corposa donazione per la realizzazione del Progetto allevamento avicolo, trovate copia del bonifico nella sezione Sostieni i nostri progetti.

Raccolta fondi   del 18 Gennaio 2012

Domenica mattina 22 gennaio prossimo alla Chiesa di Sant'Alberto Magno in Via delle Vigne Nuove, raccolta fondi per la nostra Associazione, il nostro meraviglioso banchetto, tanto cioccolato e tanti palloncini colorati.
Orario di apertura 08.30 si chiude alle 13.30.
Vi aspettiamo tutti !

logo footer
© Si Può Fare ONLUS - Tutti i diritti riservati | C.F.: 97669890580 | Credits: Dali Studio Srl